giovedì 4 ottobre 2012

Nel giorno della morte di Shlomo Venezia, dobbiamo amaramente registrare il proscioglimento, da parte della procura di Stoccarda, degli autori della strage di Sant’Anna di Stazzema perché, “non ci sono prove sufficienti” che gli imputati fossero tutti responsabili del massacro. A niente contano varie sentenze e richieste del tribunale militare italiano. Se si considerano le ambiguità del governo ungherese nei confronti del caso che vede coinvolto Laszlo Csatary, l’assoluzione, sempre in Ungheria, di Sandor Kepiro l’anno scorso, la situazione di Algimantas Dailide, che, da condannato, pare passi la sua vecchiaia in Germania (!), oltre a Karoly Tentai, al riparo in Australia, e Helmut Oberlander e Vladimir Katriuk, entrambi in Canada, bisogna ammettere che in un momento in cui Israele veramente teme per la propria esistenza, l’ebraismo mondiale non pare ricevere grandi rassicurazioni dall’amico Occidente.http://www.moked.it/

Nessun commento: